skip to Main Content
Un Tirocinio Che Inizia E Uno Che Si Trasforma In Opportunità Di Lavoro

Un tirocinio che inizia e uno che si trasforma in opportunità di lavoro

I ragazzi della Cooperativa La Quercia alla conquista della loro autonomia

Due storie da raccontare: un tirocinio che inizia e uno che si trasforma in opportunità di lavoro. Il primo protagonista è Alessandro Baraldi, 22enne di Roncoferraro che frequenta il servizio di formazione all’autonomia gestito dalla Cooperativa e riconosciuto dalla Regione.

Alessandro, in un ambito di tirocinio risocializzante e di inclusione sociale, affiancherà la signora Irma nel lavoro quotidiano, dalla lavorazione della creta sarà messo alla prova nel gestire la relazione con il cliente. Un luogo di lavoro particolare, che realizza e vende oggetti della tradizione ma che è anche sunto di storia e tanti racconti, considerata la passione e la professionalità della titolare.

Un’opportunità in più per capire cosa significa coltivare una passione ed avere la tenacia di crederci fino in fondo affinché la stessa possa poi diventare il lavoro della vita. Infatti l’obiettivo del tirocinio diventa terapeutico e funzionale al percorso educativo della persona. L’ambiente e le relazioni che si costruiscono sono propedeutiche al benessere emotivo e lo sviluppo personale del soggetto. Tutte occasioni che Alessandro inserirà nel suo bagaglio di esperienze e che gli permetteranno in futuro di affrontare con più sicurezza, fiducia e autonomia sia un ambiente di lavoro che la vita di tutti i giorni.

L’altra protagonista è la giovane Maria Farina, 35 anni, che attualmente lavora presso l’azienda Universo Vending ed è arrivata all’assunzione dopo due anni di tirocinio formativo volto all’inserimento lavorativo. L’obiettivo del progetto è stato quello di formarsi e imparare a svolgere correttamente e autonomamente delle mansioni che fanno riferimento alla figura professionale descritta dal quadro regionale.

Maria, una ragazza dolcissima e riservata, si è fatta subito apprezzare e voler bene in azienda. I suoi colleghi e datori di lavoro parlano di Maria come colei che ha apportato un beneficio importante nell’ambiente, con un ritorno sia economico ma soprattutto sociale. Ha da subito instaurato un ottimo rapporto con i colleghi, che in alcuni casi va anche al dì là del luogo di lavoro e la sua presenza ha contribuito a creare un clima positivo in azienda.

Due storie che fungono da appello a tutte le attività del territorio mantovano che vogliano cogliere questa bella occasione di arricchimento reciproco aprendo le loro porte a ragazzi desiderosi di mettersi alla prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca