skip to Main Content
Il Nostro Giardino Dei Semplici. Di Cosa Si Tratta ?

Il nostro Giardino dei semplici. Di cosa si tratta ?

erbe officinaliFin dall’antichità in diverse città europee le università erano dotate di Giardini dei semplici; si trattava di giardini protetti in cui venivano coltivate le piante medicinali che venivano comunemente utilizzate dai medici, giardini di modeste dimensioni, in genere strutturati in maniera geometrica, con aiole ben definite, tra camminamenti in terra battuta o pietra, alcuni erano anche protetti da mura, in modo da potervi coltivare anche piante medicinali non adatte ai climi più rigidi. Il primo giardino dei semplici Italiano sembra sia stato il Giardino della Minerva, a Salerno, costruito verso la fine del 13° secolo; tra il 15° ed il 16° secolo tutte le città universitarie italiane vennero dotate di giardini dei semplici, dove gli studenti potevano studiare le piante, preparare erbari in cui indicarne le caratteristiche e soprattutto imparare a riconoscerle.

In molte di queste città nel corso dei secoli i Giardini dei semplici divennero veri e propri orti botanici, con presenza di piante medicinali ed ornamentali, provenienti da tutto il mondo.

Ai nostri giorni questi giardini hanno anche la finalità di avvicinare più persone possibile all’amore ad alla comprensione degli spazi naturali che ci circondano.

Nasce da qui il progetto della Cooperativa La Quercia; ispirandosi agli antichi Giardini dei Semplici, si è pensato di creare un contesto educativo all’aria aperta, dove coniugare lavoro e natura, da mettere a disposizione dei ragazzi per poter coltivare le piante officinali (Tarassaco, Malva, Camomilla, Bardana, Mirtillo).

Il progetto, all’interno di un ambiente sereno e rassicurante quale può essere la campagna, si propone di aiutare i ragazzi a guardare la natura con occhi diversi, in maniera più consapevole e con maggior rispetto. Intende migliorare la propria capacità di adattamento, imparare ad affrontare positivamente situazioni nuove, sviluppare la propria autonomia, partendo da situazioni specifiche inerenti le attività a contatto con la natura, per via via imparare a generalizzare tali acquisizioni e trasferirle anche nella vita quotidiana, nonché ad aumentare la propria autostima.

Il giardino sarà un luogo dove si lavorerà in armonia con la Natura e gli obiettivi per l’anno 2016 sono tanti e importanti:

  • semina presso la serra;
  • realizzazione dei giardini;
  • coltivazione delle erbe in maniera del tutto naturale senza l’uso di antiparassitari chimici;
  • raccolta essiccazione e conservazione delle erbe;
  • produzione di materiale informativo per creare cultura sull’argomento.
erbe officinali

Guarda il video

In bocca a lupo ragazzi e buon lavoro!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca